Le scelte determinate dallo Stack Size

Andrea Lazzo - Martedì Maggio 25



Giocare in base allo stack

Lo stack size è l’ammontare nel nostro stack, ovvero delle nostre chips. La dimensione dello stack influisce e non poco sulle dinamiche del vostro gioco e sulle strategie del poker e in particolare nel Texas Holdem come in tutti gli altri tipi di poker, sia che giochiate cash sia che giochiate in un torneo, con una quantità di chips di partenza uguale per tutti. Vi sono notevoli differenze nel fatto che voi giochiate con piccoli o grandi stack. Giocare con grandi stack (più di 200 BB) rende più liberi e più tranquilli. Inoltre, come si può ben capire, soltanto disponendo di grandi stack si possono togliere grandi stack agli avversari.

 Giocare con grandi stack

Avere a disposizione grandi stack consente di poter fare molta selezione in fase di preflop, dove si andranno a inibire e quindi a eliminare molti giocatori con progetti di scala e di colore. In questo modo, proseguiranno il gioco soltanto quei giocatori che hanno ottime carte nella hole. Se questo può essere un danno, nel senso che potrebbero seguirvi giocatori con coppie d’Assi e così via, d’altro canto, in caso di rilanci pre-flop, il grande stack potrebbe darvi la possibilità di rubare molti bui. Bisogna dosare bene i tempi e le quantità, per poter ottimizzare il gioco con grandi stack.


Giocare con stack regolari

Gli stack regolari, che si attestano a circa 100BB, danno meno libertà rispetto al gioco con i grandi stack. Se prima infatti potevamo contare su un certo tipo di selezione, dovuto alle nostre grosse puntate, in questo dovremo calcolare bene tutto, prima di esporci in qualche situazione pericolosa. Pensate solo se in fase di preflop, ad un nostro rilancio sostanzioso, rispondano già con un controrilancio. Fino all’arrivo del river, potremmo sicuramente rischiare l’all in.


Gli stack da torneo

Nei tornei online troviamo spesso lo stack di circa 50BB. Questo stack costringe ad una selezione forzata nel pre-flop. Questo campo infatti, è quello più ostico per i giocatori loose aggressive, che chiamano con ogni tipo di carta e si espongono con rilanci. Con questi tipi di stack, questi giocatori sono destinati a perdere. Per entrare con sicurezza nel flop, bisogna avere minimo una carta alta, altrimenti, nel caso non si possieda neanche una coppia bassa, non è consigliato vedere i punteggi, se non con un check.


Gli small stack

Gli small stack si aggirano intorno ai 25 BB. Questi tipi di stack, sono riscontrabili nella maggior parte dei tavoli cash dei poker online. Seguendo la logica finora spiegata, in questo caso la selezione sarà ancora più dura e ogni giocatore, per poter condurre il gioco, ha bisogno di almeno una coppia. Tanto meglio se un giocatore, considerando la situazione o dei progetti di scala o colore, riuscirà ad andare a vedere il flop senza spendere troppo. Potrà capire meglio se vale la pena continuare sui turn e river oppure no.


I tiny stack

I tiny stack sono la categoria di stack più piccola. A questa, fanno riferimento gli stack con meno di 15BB. Con questa condizione, le partite saranno dettate prevalentemente dai fold. Si scontreranno semplicemente coloro che hanno buoni punteggi o che bluffano per rubare i bui o gli ante. Per questo tipo di gioco infatti, il segreto sta proprio in questo. Far finta di avere delle buone carte e impaurire gli altri in fase di preflop.